Indispensabile
20/11/2020

radicali liberi sono molecole molto reattive e instabili prodotte dal metabolismo dell'ossigeno.

I radicali liberi hanno uno o più elettroni spaiati e per tornare ad una situazione di equilibrio sono costretti a “rubare” un elettrone ad un’altra molecola, causandone l’ossidazione.

In questo modo, si innesca un meccanismo di ossidazione a catena, poiché la molecola a cui il radicale ha sottratto l’elettrone, diventerà anch’essa instabile e a sua volta ossiderà altre molecole per raggiungere la stabilità. Per questo motivo i radicali liberi vengono chiamati molecole ossidanti.


IL RUOLO POSITIVO DEI RADICALI LIBERI


Gli ossidanti, in quantità ridotte, sono elementi essenziali per la crescita e lo sviluppo dell’organismo.

Essi svolgono un ruolo chiave di difesa poiché aiutano a distruggere gli agenti patogeni che attaccano il nostro sistema immunitario.


Il problema nasce quando si spezza l’equilibrio tra difese antiossidanti e produzione di radicali liberi, poiché si crea un accumulo di questi ultimi.

Un’eccessiva concentrazione di radicali liberi provoca lo stress ossidativo che contribuisce all'origine di diverse patologie gravi


IL PROBLEMA DEI RADICALI LIBERI


Normalmente, il nostro organismo mette in atto dei meccanismi di difesa dai radicali liberi e di conseguenza contrasta naturalmente lo stress ossidativo.

Cause di diversa natura possono provocare un aumento della quantità di radicali liberi nell’organismo e diminuire la capacità antiossidante delle cellule.

I radicali liberi possono aggredire molecole che sono essenziali alla vita della stessa cellula, come proteine, DNA, fosfolipidi o acidi nucleici, causando gravi disfunzioni alla cellula stessa.

A loro volta questi elementi, danneggiati, causano l’insorgere di patologie del sistema cardiovascolare, dell’artrite reumatoide e di malattie neurodegenerative fino alla genesi tumorale. 


QUALI SONO LE CAUSE DELLO STRESS OSSIDATIVO?


Le principali cause dello stress ossidativo sono:


  • Vita disordinata: Fumo, eccessiva esposizione ai raggi solari e un basso livello di antiossidanti sono i primi responsabili di un aumento di radicali liberi e molecole dannose. Risulta indispensabile seguire una dieta sana ed equilibrata ricca di sostanze antiossidanti come Vitamina C, Vitamina E e Flavonoidi, elementi che si trovano prevalentemente in frutta, verdura, semi oleosi e oli vegetali, ma anche nel cioccolato fondente e nel vino rosso.


  • Inquinamento: Durante l’arco della giornata siamo esposti costantemente ad un’ampia varietà di agenti inquinanti. Il nostro organismo mette in atto dei meccanismi di difesa, ancor oggi non del tutto noti. Nonostante ciò un contatto prolungato con sostanze nocive, inalate o ingerite, aumenta notevolmente la formazione di radicali liberi.


  • Stress: Gli ormoni coinvolti nello stress possono diventare produttori di radicali liberi. Infatti, una condizione di stress prolungato non bilanciato da adeguate difese dell’organismo, genera un peggioramento globale della condizione mentale e fisica dell’individuo dovuto proprio all’aumento di radicali liberi. 


CHE RELAZIONE C’È TRA RADICALI LIBERI E MITOCONDRI?


I Mitocondri sono organelli presenti in grandi quantità all’interno della cellula, sono considerati delle centrali d’energia e la loro efficienza è sinonimo di salute e vitalità dell’organismo.

Oltre a produrre energia, i Mitocondri sembrano essere tra i principali responsabili della formazione dei radicali liberi.

Quando i mitocondri si indeboliscono, o vengono danneggiati, non svolgono più correttamente il processo di respirazione.

Nei mitocondri si formano così radicali liberi con possibile compromissione dell'attività cellulare.


Scopri subito qui l’articolo su Mitochondria, l’innovativo prodotto Syform con la capacità di disattivare la formazione dei radicali liberi!